Trasporto Merci 

Trasporto merci via mare

In generale, il trasporto merci viene distinto in categorie dipendenti dalla forma di trasporto fisico utilizzato per la spedizione, ossia via terra, mare o aerea. Premesso ciò, vi sono anche varie sottocategorie importanti, come la divisione dei trasporti via terra in stradali o ferroviari, oppure la differenza tra trasporto via mare di un container completo oppure di un solo bancale. Di seguito riportiamo le tipologie più comuni di spedizione.

 

Trasporto merci via terra

Il trasporto merci via terra può essere stradale o ferroviario. Gli autocarri sono in genere più rapidi, ma anche più costosi, specie per le lunghe distanze. Dunque, i treni sono la modalità di trasporto principale per spedizioni a distanze maggiori di 1.000 km. Un autocarro può viaggiare dal nord Italia alla Italia in due giorni, mentre il treno normalmente impiegherà quattro giorni, dato che le carrozze devono essere abbinate e sganciate varie volte lungo il tragitto.

 

 

Il trasporto merci su camion in Europa

Quando si spediscono merci via strada o ferrovia, viene fatta una distinzione tra “merci sfuse” e “pieni carichi”. “Merci sfuse” significa che il cliente prenota gli spazi per uno o più bancali su un autocarro o sulla carrozza di un treno. Perciò, in linea di principio, dividi i costi di spedizione con altre aziende che hanno anch’esse acquistato spazio. Molti trasportatori hanno prezzi fissi per le merci sfuse. Per esempio, un bancale da 500 kg spedito da Milano a Copenhagen costerà Euro 334 con consegna porta a porta.

 

Il termine “pieno carico” si riferisce al fatto che il cliente prenota un autocarro completo o un’intera carrozza ferroviaria. Un rimorchio telonato standard su un autocarro ha spazio per 33 bancali e un totale di 91 metri cubi. Il concetto di misurazione in base ai carichi viene spesso utilizzato anche per calcolare lo spazio all’interno di un autocarro. Un rimorchio telonato standard ha 13,6 metri di spazio caricabile a disposizione.

 

La carrozza di un treno è significativamente più capiente. Questa può occupare fino a 120 metri cubi.

 

Trasporto merci marittimo

A livello molto generale, le merci trasportate via mare si dividono in rinfusa o container. Rinfusa significa che le merci sono caricate direttamente sulla nave, senza alcun imballaggio. Questo tipo di trasporto è utilizzato per caricare materiali grezzi, come per esempio minerali di ferro, grano, olio e carbone. Un carico di questo tipo potrebbe essere, per esempio, 100.000 tonnellate di carbone caricate direttamente su una nave in Sudafrica, salpata poi verso una centrale elettrica in Italia. Nel gergo del settore, la rinfusa è conosciuta anche come “trasporto con navi da carico non regolari”.

 

Questa denominazione non ha nulla a che fare con la tipologia della nave o del carico, bensì si riferisce al fatto che le portarinfuse in genere non lavorano su tabelle di navigazione fisse. Devono essere in effetti considerate i “taxi” del mare, dato che sono prenotate per salpare una o più volte per un cliente specifico con un determinato carico.

 

Spedizione di carbone con una portarinfuse

Le merci prodotte e completate in Asia, per esempio, e consumate in Occidente, vengono trasportate su navi portacontainer. Il vantaggio consiste nel fatto che un container può essere ricaricato da nave a nave o da nave ad autocarro, il che significa che puoi trasportare quantità inferiori di merci, come un container da 20 piedi con 10 tonnellate di prodotti finiti, molto più efficientemente rispetto al trasporto in portarinfuse.

 

A volte, potrai sentire riferimenti alle navi portacontainer come a “trasporto marittimo di linea regolare”. Ciò dipende dal fatto che le navi portacontainer, a differenza di quelle portarinfuse, salpano in base a tabelle di navigazione fisse. Queste possono essere considerati gli “autobus” del mare, poiché si fermano a un determinato porto lo stesso giorno della settimana. Puoi trovare esempi di questo tipo di tabelle di navigazione qui su sito della Maersk Line.

 

Viene fatta un’ulteriore distinzione tra merci sfuse e “carichi completi” quando si parla di trasporto merci via container. Le merci sfuse vengono spesso chiamate LCL (carichi parziali, dall’inglese “Less than Container Load”), mentre i “carichi completi” sono noti come FCL (“Full Container Load”). Puoi saperne di più sui carichi parziali qui, ma la regola generale di principio è che bisognerebbe utilizzare un carico parziale se si spediscono tra gli 1,5 e i 15 metri cubi di materiali verso o da destinazioni estere. Se hai più di 15 metri cubi di materiali, è più economico utilizzare un container completo. Se hai meno di 1,5 metri cubi, è di solito più conveniente usare un servizio di trasporto merci aereo.

 

Trasporto merci aereo standard

Il trasporto merci aereo si divide generalmente in due categorie: trasporto aereo standard e corriere aereo.

 

Container ULD utilizzato per il trasporto aereo

Il trasporto aereo standard prevede il carico delle merci nella stiva dei voli di linea che coprono tragitti a lunga distanza. I carichi minori sono caricati in un container ULD (Unit Load Device, “unità di carico”), che è un comune container di alluminio modellato in modo che si adatti alla fusoliera. Gli articoli più grossi sono legati in quello che è noto come pallet ULD. Questi container e pallet rendono semplice la conduzione delle merci all’aeroplano e il carico a bordo tramite macchinari appositi.

 

Va menzionato il fatto che il trasporto aereo standard viene generalmente operato solo sui cosiddetti velivoli “a fusoliera larga”. Questo è il genere di aeroplani che coprono lunghe distanze. Un modo semplice per riconoscere questo tipo di aerei è dato dal fatto che vi sono due corridoi nel vano passeggeri. Perciò un Boeing 737 da 160 passeggeri o un Airbus 319 che volano dalla Italia a Londra, Parigi e altre mete europee, non avranno merci a bordo: la spedizione in Europa avviene quasi esclusivamente via autocarro. Questo vale anche per le merci in arrivo su voli dall’Asia. Tali spedizioni saranno molto probabilmente scaricate a Francoforte o Stoccolma e poi condotte in Italia su camion.

 

Corriere

Una compagnia di corriere espresso può in linea di principio essere un qualsiasi ente, dalla compagnia locale con distributori in bicicletta alla multinazionale con la propria flotta aerea, parco autocarri, centri di distribuzione e centinaia di migliaia di dipendenti. Tra quelle della seconda categoria, vi sono quattro compagnie internazionali che probabilmente conosci: DHL, Fedex, UPS e TNT.

 

Deposito HL

A differenza delle linee aeree, il cui servizio principale consiste nel trasportare passeggeri e che trasportano merci solo come “sottoprodotto”, le compagnie di corriere espresso lavorano esclusivamente col trasporto merci. La loro intera infrastruttura è ottimizzata e automatizzata per una movimentazione estremamente efficiente delle merci. Sono tutte in grado di consegnare lettere e piccoli colli in altri continenti in meno di 48 ore. Benché siano più rinomate per la gestione di pacchi, possono anche movimentare grossi carichi imballati in bancali.

 

Quale tipo di trasporto merci scegliere?

Il tipo di trasporto merci che fa più al tuo caso dipende da tre domande:

 

  1. Verso e da quale luogo devi spedire le merci?
  2. Quanto rapidamente devono essere consegnate?
  3. Quanto è grande il carico e quanto pesa?

 

A seconda delle risposte a queste domande, puoi trovare qui il tipo di trasporto merci che soddisfa meglio le tue esigenze:

 

In Europa, per esempio dall’Italia alla Italia, conviene scegliere il trasporto via terra:

 

  • Se il tuo carico è più piccolo di 1 m3 e pesa meno di 400 kg, un corriere espresso sarà generalmente più economico. Questo può arrivare a una destinazione europea entro due o tre giorni
  • Se il carico occupa più di 1 m3 o pesa più di 400 kg, allora un trasportatore tradizionale sarà spesso la soluzione più conveniente. Questo può arrivare a una destinazione europea nel giro di quattro-sei giorni

 

Le spedizioni extra-continentali, per esempio dalla Cina alla Italia, o dagli USA alla Italia, possono essere effettuate via mare o aereo:

 

  • Se hai bisogno di una spedizione rapida, il trasporto merci via aereo è la sola soluzione. Una consegna espresso via corriere può arrivare entro due-quattro giorni, mentre una spedizione più lenta (ed economica) via trasporto aereo standard o corriere aereo può impiegare dagli otto ai dodici giorni.
  • Se il carico misura meno di 0,5 m3 e pesa meno di 100 kg, il trasporto aereo sarà considerevolmente più economico rispetto a quello marittimo. Il motivo è che per il trasporto via mare ti verrà addebitata la tariffa minima prevista per 1 m3, anche se il carico è inferiore a questa misura. I tempi di trasporto via aereo sono di otto-dodici giorni.
  • Se il carico è più grande di 0,5 m3 o pesa più di 100 kg e non hai fretta, il trasporto via mare sarà più conveniente. La spedizione impiegherà dai 38 ai 43 giorni dalla Cina alla Italia, ma può variare a seconda della lunghezza del trasporto.

 

Su Transporteca puoi confrontare i diversi tipi di trasporto, le tariffe di spedizione e i tempi di transito.

 

Prenota il trasporto delle tue merci con Transporteca

Sul nostro sito, puoi cercare tariffe di spedizione e soluzioni di trasporto verso e da tutte le parti del mondo. Ti mostreremo sia le soluzioni di trasporto aereo, sia marittimo, e potrai anche prenotare la spedizione online. Se non trovi un prodotto che corrisponde alle tue esigenze specifiche, raccoglieremo dei preventivi non vincolanti dalla nostra rete di autotrasportatori e compagnie di spedizione e te li invieremo entro 24 ore, a prezzo garantito!